Vissero felici e contenti, ok… ma non proprio tutti

Vissero felici e contenti, ok… ma non proprio tutti

Non so voi, ma io avevo un ricordo infantile fatato delle favole: storie per bambini zuccherose, dolciose, coccolose, fatte per essere raccontate da protettivi signori grandi e che perciò inducevano a dormire sereni. Dovevo diventare madre per capire che in realtà non è così: nè la storia di cannibalismo di Hansel e Gretel, nè la Regina che chiede al cacciatore di portarle il cuore di Biancaneve conciliano il sonno. Se da bambini ci avessero messo a vedere Twin Peaks l’avremmo preso per una commediola! Da adulta non ho cuore di raccontare le favole come i nostri genitori le avevano lette a noi, perciò edulcoro il tutto al punto che il Lupo di Cappuccetto Rosso è vegano e il Gatto con gli stivali ha calzature in ecopelle. Cuorone, invece, che nella coppia è il creativo, inventa di sana pianta personaggi e storie.  Ieri sera il Bruco Marcello è arrivato nel regno degli animali e l’Uccellino Gianmarco, la Pecora Lucia e il Gatto Franco lo hanno accompagnato dal re Michele il Formichiere che ha organizzato una grande festa dove Marcello ha potuto raccontare a tutti dei suoi viaggi per il mondo. Per saperne di più vi aspetto a casa mia ogni sera alle venti e quindici. Stanza di Tortello.